Un diritto non è ciò che ti viene dato da qualcuno; è ciò che nessuno può toglierti. (Giudice Tom C. Clark)

phone icon06 7932 1095
divider

Approfondimenti

separator

1167758-dis

Vittoria: il tribunale condanna le società di trasporti di Vicenza!

/ 0 Comments /

E’ successo a Vicenza “per condotta discriminatoria nei confronti dei disabili”. L’avvocato Alessandro Gerardi ha curato il ricorso per conto dell’Associazione Luca Coscioni. 

Il Tribunale di Vicenza ha accolto il ricorso dell’Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica condannando le società di trasporto locale per condotta discriminatoria nei confronti delle persone disabili, a causa dell’inaccessibilità degli autobus.

“E’ la prima volta che l’Associazione Luca Coscioni, soggetto riconosciuto con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri tra le associazioni e gli enti legittimati ad agire in giudizio in difesa delle persone con disabilità vittime di discriminazioni, agiva in giudizio IN PROPRIO, lamentando una discriminazione collettiva nei confronti di AIM Mobilità s.r.l. e Società Vicentina Trasporti (SV.T.) s.r.l.”, dichiarano l’Avv. Alessandro Gerardi e Rosalba Trivellin per l’Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica.

Una vittoria significativa che restituisce rispetto a tante persone che, non potendo usufruire di un servizio accessibile a tutti tranne che a loro, sono state discriminate nella città di Vicenza. I Comuni in quanto titolari del trasporto pubblico, anche se affidato a terzi, sono responsabili della verifica del puntuale rispetto da parte dell’affidatario del contratto di servizio a che non si ripetano più situazioni di discriminazione come successo nel caso di Vicenza – continua l’avv. Gerardi -. Il Tribunale ha condannato la società di trasporto ad adottare, ENTRO SEI MESI, un Piano per la rimozione delle barriere architettoniche.

Il Piano dovrà essere concordato con i rappresentanti dell’Associazione Luca Coscioni e dovrà prevedere tutta una serie di provvedimenti specifici (rinnovo parco mezzi, linee accessibili, nuovo codice di condotta e formazione dei conducenti, adeguamento delle banchine insieme al comune di Vicenza, pubblicazione sul sito internet della società di trasporto degli orari e dei percorsi dei mezzi accessibili; apposizione sui mezzi di trasporto del contrassegno per i disabili etc..). La società di trasporto è stata anche condannata a pubblicare il provvedimento a sue spese su “Il Giornale di Vicenza”. Il Tribunale di Vicenza ha condannando la società di trasporto a risarcire il danno non patrimoniale subito dall’ALC ( 6mila euro).”

Concludono Rosalba Trivellin e Vittorio Ceradini, rispettivamente Consigliera generale e Membro di Direzione dell’associazione Luca Coscioni, “L’impegno come associazione Luca Coscioni rimane quello di moltiplicare azioni come quella condotta a Vicenza. Abbiamo anche realizzato l’APP gratuita “No barriere” qui linkche consente la diretta segnalazione delle barriere insistenti sul territorio italiano. In questi anni con l’avv. Alessandro Gerardi, Gustavo Fraticelli, Vittorio Ceradini, Rocco Berardo, Valentina Piattelli e tanti altri dell’Associazione Luca Coscioni e di altre associazioni con cui collaboriamo abbiamo cercato il dialogo con le istituzioni, organizzato seminari informativi, attivato giurisdizioni, al fine di rimuovere ogni forma di discriminazione a cui sono sottoposte le persone con disabilità.”

Al prossimo Congresso dell’Associazione Luca Coscioni, che si terrà dal 30 settembre al 1 ottobre presso l’ Università degli Studi di Torino – MBC – Molecular Biotechnology Center, dal titolo “SCIENZA E NONVIOLENZA.  Disobbedienza civile e ricerca per nuove libertà, si discuterà anche della tematica, sia in plenaria che in commissione tematica.

Fonte: Sito ALC

separator

Ancora nessun commento!

separator

Lascia un Commento


separator